Genocidio dei vegani, boicottaggio

boycott de Gianfranco Vissani (Magà Ettori - Blog)Il 19 agosto, ospite della trasmissione  » In Onda  » sul canale italiano LA7, lo chef stellato Gianfranco Vissani ha dichiarato: « I vegani sono una setta, sono come i Testimoni di Geova,  » prima chiamata a titolo definitivo al genocidio :  » E intendo i vegani e non i vegetariani. Quello che vorrei fare con i vegani ? Io li ucciderei tutti. « 

È sorprendente come un personaggio pubblico possa liberamente esprimere una tale quantità di menzogne e stupidaggini in un canale televisivo senza rischiare una denuncia.

Mentre gli altri chef presenti in trasmissione si sono indignati per i suoi commenti, chiedendogli di non dire « sciocchezze in TV”, La7 non si è minimamente degnata di scusarsi per l’ospite. È sempre sorprendente sentire la voce dell’orgoglio, la voce della demagogia, la voce dell’intolleranza chiamata genocidio. Gianfranco Vissani chi è per arrogarsi il diritto di giudicare e il diritto di uccidere ? Chi è Gianfranco Vissani per offendere l’onore di milioni di persone sul pianeta con i suoi deliri mediatici ? Nessuno! Un fenomeno da baraccone al quale è stato dato un microfono da La7. L’emittente ha così una sua parte di responsabilità nella vicenda.

Le osservazioni di Gianfranco Vissani sono prive di motivazioni. Invitano al massimo a mettere in discussione i rischi di un cuoco quando è sovraesposto mediaticamente e quando frequenta troppo assiduamente i macelli. Il lavoro della carne e il taglio della carne animale non sembrano essere senza conseguenze per le capacità intellettuali di chi le pratica intensamente. A meno che non invertiamo il problema. Criminologi sottolineano spesso il legame tra un comportamento violento e maltrattamenti di animali.

A meno che, la violenza e la volgarità di Gianfranco Vissani, non siano che una ricerca di visibilità mediatica. L’ex star della tv italiana degli anni ’90 da così tanto tempo vaga attraverso il labirinto dei talkshow, che il suo giudizio è indubbiamente alterato.

Qualunque siano le cause del suo scivolone, la nostra prima reazione è di boicottare tutte le attività commerciali di Gianfranco Vissani (ristoranti, programmi televisivi, libri…). È stato squalificato dai suoi commenti oltraggiosi e per inneggiare all’omicidio. Non si può stigmatizzare e discriminare milioni di persone, mettere un bersaglio sulla schiena di una comunità senza pagarne le conseguenze.

È tempo di reagire. Sappiamo che il caso di Gianfranco Vissani non è isolato. Il problema della vegefobia si sta intensificando in tutti i continenti. Stigmatizzazione, esclusione, satira o l’inferiorizzazione di persone che praticano il vegetarismo, il veganismo e l’antispecismo, stanno diventando sempre più comuni in Europa, negli Stati Uniti, passando per l’Asia e la vetta dell’Everest.

Queste pratiche sono tutte eseguite da lobby industriali che traggono profitto dallo sfruttamento degli animali, per l’ignoranza di molti.

Coloro che denunciano questa corsa al profitto, chi rifiuta lo sfruttamento cinico dei deboli, coloro che affermano che la convergenza delle lotte tra il rilascio di esseri umani e non umani, quelli che confutano il saccheggio delle risorse naturali, questi sono sistematicamente emarginati ed esclusi.

Le leggi vengono approvate tutti i giorni nei cinque continenti per proteggere gli interessi dell’industria. Come ad esempio la proposta di legge della deputata Elvira Savino, scritta con la chiara intenzione di stigmatizzare la comunità vegana in Italia e che potrebbe essere servita su di un piatto d’argento agli industriali della zootecnia. Leggi fangose e xenofobe oggi sono echi in Italia, ma non solo.

Pertanto, noi vegani, cittadini del mondo, solennemente ci appelliamo ad altri vegani, vegetariani, animalisti, antispecisti, e più in generale a tutte le donne e agli gli uomini con la possibilità di boicottare tutte le attività commerciali di Gianfranco Vissani in tutto il pianeta e chiedere al canale italiano La7 una condanna all’ospite del programma  » in onda  ».

Petizione indirizzata a Urbano Cairo proprietario dell’emittente televisiva La7.

Petizione Genocidio dei vegani, boicottaggio 

http://www.petitions24.net/genocide_des_vegans

Traduzione : Carmen Luciano e ExtraVegano

Magà Ettori, Dublin, 20/08/2016 in collaborazione con http://www.paroledanimaux.com/

 

Publicités

2 réponses à “Genocidio dei vegani, boicottaggio

  1. Pingback: °° Dalla Francia arriva una petizione per punire Gianfranco Vissani °° | Think Green • Live Vegan • Love Animals

  2. Vissani, ci vuoi tutti MORTI ?
    ( agosto 2016 )

    Certo che hai fatto una « gran figura » in questa tua uscita televisiva .
    E sicuramente ora credi di aver vinto .
    Così osannato come sei da un manipolo di benpensanti che ti attribuiscono da tempo il titolo di « grande chef  » .
    Anzi di più , il numero 1 degli chef .
    Ma sappi che quella che tu spacci spudoratamente per « arte », nulla è se non abuso , anzi milioni di abusi , della Vita di CHI non può difendersi.
    Perché vedi Vissani , non può esistere « arte »
    se questa è basata UNICAMENTE sulla morte e sullo sfruttamento degli ALTRI .
    Arte non è sinonimo di SANGUE.
    Arte vuol dire bellezza , armonia , empatia .
    Arte è passione e immedesimazione.
    Stendiamo poi un velo pietoso sulle tue competenze grammaticali e lessicali della « gloriosa » lingua Italiana , che hai sciorinato penosamente durante tutto il programma.
    Com’è che hai detto ?
     » i Vegani è una setta  »
    oppure
     » io li ammazzerebbe tutti  » .
    Vissani , grazie a te , abbiamo scoperto che « arte » ( e in questo caso si tratta di « arte presunta » in virtù di quanto detto prima ) e Cultura non sempre vanno a braccetto .
    E come puoi ben capire questo smaschera palesemente quello che sei : un essere , dalle forme discutibili, insensibile e indifferente al dolore degli ALTRI , e quindi , possiamo affermarlo a pieno titolo , « privo di Anima » .
    Ma non voglio entrare nel merito di questo discorso che riguarda la tua sfera diciamo « intima » .
    Piuttosto, c’è da provare molta pena anche verso tutti gli individui presenti in studio (fatta eccezione per lo chef in collegamento che ti ha giustamente criticato) che sghignazzavano e ridevano per le tue oscene « battute » sulla « filosofia » VEGAN ( perché di questo si tratta caro « chef » , altro che Setta ), ignorando completamente cosa si possa provare a dover passare l’intera propria  » brevissima » VITA da reclusi , spesso addirittura impossibilitati a muoversi , per poi finire sgozzati e macellati .
    Facile ridere e scherzare quando non tocca a voi guardare il culo di QUELLO che ti sta davanti nel corridoio della morte ; poi a un certo punto il culo sparisce e ti senti un pungolo nel tuo di culo , che ti COSTRINGE ad entrare in quel lurido e angusto buco dove ti sparano un chiodo nella testa .
    Facile ridere e scherzare quando non tocca a voi essere accalappiati da una lurida rete e morire per asfissia fulminante.
    Facile ridere e scherzare quando non tocca a voi vivere il TERRORE e la SOFFERENZA sulla propria pelle, annusare l’odore del SANGUE , respirare l’aria della MORTE.
    La Vita non ha classifiche , Vissani .
    E non ha specie .
    La Vita è sacra.
    Ogni Vita lo è.
    Vissani , la verità è che Voi consumatori di parti anatomiche di altri ESSERI SENZIENTI in avanzato stato di decomposizione , siete monotoni.
    Tutti uguali e tutti a cianciare le solite « storielle » che servono unicamente a coprire e a giustificare la vostra « schiavitù » nei confronti del palato.
    Perché alla fine di questo si tratta.
    Coloro che osteggiano la scelta VEGAN , non riescono nemmeno a immaginare di poter rinunciare a quel maledetto « gusto di morte » a cui sono stati scientemente « abituati » e di cui sono palesemente « drogati » .
    Voi NECROFAGI ( o pseudo-onnivori se preferisci ) approfittate della vostra pseudo-superiorità per abusare della Vita di CHI non può difendersi .
    Siete dunque anche vigliacchi .
    E alle vostre pseudo – argomentazioni / giustificazioni siamo abituati .
    Ma in questo caso , caro Vissani, c’è una « chicca » che ti si ritorcerà contro .
    Perché vedi , oltre a tutte le idiozie che hai proferito senza soluzione di continuità, hai anche detto a chiare lettere ( e non è la prima volta che lo fai ) che in tutto il pane prodotto in Italia sono presenti « fantomatiche sostanze » denominate « miglioratori » che sarebbero fatte ,a tuo dire , con il pancreas dei poveri maiali , scannati ignobilmente anche grazie alla presenza sulla Terra di persone come te .
    Ebbene sappi che se così fosse , queste sostanze dovrebbero essere riportate PER LEGGE nella lista degli ingredienti utilizzati dai panificatori ( come avviene per tutti gli emulsionanti e/o additivi utilizzati nella manifattura degli alimenti, siano essi artigianali o industriali ) .
    Ragion per cui provvederemo a querelarti investendo nella denuncia anche le associazioni di categoria, Assopan e Assopanificatori .
    Buttare infamia su chi lavora onestamente è da vigliacchi .
    Peggio continuare ad arrampicarsi sugli specchi della « giustificazione naturale » del SOPRUSO; unico vero ingrediente della tua « pseudo – arte  » .
    Noi che « rispettiamo la Vita degli ALTRI » ( e non uso volutamente il termine VEGAN ) almeno la coscienza l’abbiamo accesa .
    Non saremo perfetti , ma facciamo qualcosa che serve a tutti .
    Agli Animali , agli Uomini e al Pianeta.
    E quelli come te invece ?
    Quelli come te vivono in un’immensa palude, quella appunto della giustificazione naturale del SOPRUSO.
    SOPRUSO e ABUSO di Vite innocenti ( umane e non umane ) , SOPRUSO e ABUSO di Risorse che Madre Natura ci ha gentilmente donato .
    E nel frattempo a crepare sono ALTRI .
    Muoiono i più deboli e i più indifesi, i bambini e gli Animali ; muoiono i poveri del mondo.
    Perché devi sapere che TUTTO è collegato.
    Vissani , impara a RISPETTARE la VITA e la LIBERTÀ degli ALTRI .
    Solo allora si potrà parlare di vera Arte .
    Perché non esiste arte , non esiste religione , non esiste tradizione e non esistono economie che possano giustificare questo oceano di sangue innocente.

    GO VEGAN !

    Per gli ANIMALI .
    Per la VITA .
    Per il PIANETA .

    RIccardo Manca

    #nocarne
    #govegan
    #animaliliberi
    #nopesce
    #stopintensivi
    #stopestensivi

    « Noi galleggiamo su un inferno e tutti coloro che non sono vegan lo alimentano con i loro comportamenti quotidiani.
    Il modo con cui l’uomo tratta gli Animali lo disonora e quindi la lotta per gli Animali è anche lotta per l’uomo. »
    Luigi Lombardi Vallauri
    filosofo e scrittore, ordinario di filosofia e diritto presso l’Università di Firenze

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s